Network Marketing: Come usare Facebook per sponsorizzare

Grazie a questo articolo imparerai COME USARE Facebook per SPONSORIZZARE e aumentare i tuoi risultati nel Network Marketing.

Ti darò molte informazioni concrete che potrai mettere in pratica fin da subito.

Sei pronto?

 

FB è una lista nomi potenzialmente infinita. Dai un occhio a questi dati:

-Più di 1,3 miliardi di utenti;

-3 miliardi di interazioni al giorno tra commenti, post e simili;

-40 minuti in media che una persona trascorre tutti i giorni sulla piattaforma.

Facebook (FB) oggi è come una Ferrari. Tuttavia c’è chi la utilizza per andare a 40 km/h e c’è chi ne capisce le potenzialità e va a 200 km/h.

 

Sponsorizzare usando Facebook

 

Io stesso, sono entrato nel Network Marketing (NM) grazie all’interessamento sempre maggiore a foto di eventi e di viaggi che le persone postavano ogni giorno sulla loro pagina personale. Ad un certo punto, talmente incuriosito ho scritto un messaggio in chat privata, e dopo poco indovina un po’ cosa è successo? Sono stato “sponsorizzato”.

Per questo, prima di dirti come usare FB, voglio dirti come NON devi utilizzarlo.

Come NON utilizzare Facebook per la tua attività di NM

 

Io sto male. Sto davvero male quando vedo qualcuno che ha iniziato da 2 ore a lavorare nel NM e scrive su FB stati del tipo:

Domani mi arriva a casa un camion pieno di soldi grazie al NM.” (e magari fino a ieri eri disoccupato)

Farò così tanti soldi grazie al NM che dovrò usare le banconote da 500€ anche in bagno.” (fino a 2 ore fa se ti prendevano per i piedi e ti capovolgevano venivano fuori monetine da 1 centesimo).

Finalmente un po’ di Lifestyle grazie alla mia nuova attività di NM”. (fino a ieri non sapevi neanche cosa significasse la parola “lifestyle” e l’unica volta che sei uscito dalla tua città era per portare tua nonna a fare la spesa!).

O ancora peggio, SPAMMARE il link della tua azienda a tutti i tuoi 400 amici sperando che qualcuno prima o poi ti chiami dicendo:

Ciao, guarda siamo in una stanza in 50 persone e non sappiamo cosa fare, ci sponsorizzi?”.

Fare ciò che ti ho appena descritto equivale a prendere un lanciafiamme e incendiare in 3 secondi tutti i tuoi contatti su FB.

Aspetta però, non ho finito…

All’indomani dell’iscrizione nel NM sei al settimo cielo e inizi a scrivere stati euforici. Dopo qualche giorno e qualche NO preso, inizi a scrivere stati depressi, di uno che si lamenta sempre. Chi ti segue penserà questo:

“Ma come, fino all’altro ieri era felice e oggi è tornato a lamentarsi. Mmmh sicuramente si è preso una “sola”.

Vedo situazioni del genere tutti i giorni.

Perché facciamo questo?

Be i casi sono 2. O hai uno sponsor che non ti ha detto come promuoverti (o venderti) su FB oppure pensi di avere il massimo risultato con il minimo sforzo.

La mia domanda a questo punto è:

Vuoi continuare a sparare all’impazzata con una mitragliatrice sperando di beccare prima o poi il bersaglio, o preferisci usare un fucile da cecchino?

essere efficaci su Facebook

Non sarebbe forse più efficace?

Bene, ora che ti ho spiegato con degli esempi come NON utilizzare FB, arriviamo al dunque.

FB è una potenza. C’è gente 24 ore su 24 attiva e curiosa. Lo ripeto ATTIVA, ma soprattutto CURIOSA.

essere curiosi su Facebook

Pensa un secondo. Magari all’inizio lo snobbavi FB, poi però magicamente hai trovato il tuo amico che non vedevi da tanto e hai iniziato a curiosare per vedere cosa faceva. Poi hai trovato la tua ex (o il tuo ex) con cui stavi insieme all’università, e in 3 secondi l’hai aggiunta per curiosare anche sulla sua pagina.

Esatto…a “curiosare”. Vediamo quindi…

Come usare FB per aumentare i risultati nella tua attività di NM

 

Te lo dico in 3 parole.

DEVI DIVENTARE ATTRATTIVO.

Quanto più diventerai attrattivo, tanto più le persone inizieranno a seguirti e a chiederti:

“Ciao Marco ho visto il tuo ultimo post, mi ha incuriosito molto, puoi darmi più info?”

Più imparerai ad essere attrattivo più attirerai situazioni come queste. Saranno le persone stesse a cercarti. Pensaci un attimo, preferiresti condividere un progetto con una persona stimolante o con una noiosa e monotona?

(Ps…se non l’hai ancora fatto leggi l’articolo su quanto ti influenzano le persone che frequenti. Eccolo qui.)

Ma come si diventa attrattivi?

 

Punto 1) Sii te stesso. Lo ripeto sii te stesso. Le persone intorno a te sanno chi sei. Ti faccio un esempio così mi spiego meglio.

La vita di alcuni individui è come un giardino pieno di letame. E ne hanno buttato talmente tanto dentro il loro giardino, che l’amico non ci crede che in una notte l’hai spalato via tutto!

Punto 2) Inizia a pubblicare foto degli eventi ai quali partecipi scrivendo quando sei felice per la nuova attività che hai intrapreso.

Punto 3) Trova i bisogni dei tuoi contatti. Interagisci con le persone in modo simpatico e professionale, proponendo una SOLUZIONE ad un loro BISOGNO.

Una persona attrattiva è una persona che sa individuare i bisogni delle persone e gli sa dare la SOLUZIONE.

E qui mi aggancio per darti qualche consiglio utile anche su COME contattare su FB. Perché è importante sapere il COME? Se i contatti iniziano ad arrivare e tu non sai gestirli e “chiuderli” hai perso soldi, tempo ed energie.

Come sponsorizzare (e contattare) su Facebook

 

Sponsorizzare su Facebook

Solo per questo argomento mi ci vorrebbero altri 2 articoli. Cosa che farò di certo prossimamente. Voglio darti però qualche spunto pratico (ormai avrai capito che l’obiettivo principale del mio Blog è quello di darti sempre spunti PRATICI) per COME contattare su FB.

Le 4 domande per sponsorizzare su FB:

1) Cosa fai nella vita? (L’empatia è fondamentale, devi costruire una relazione)

2) Da quanto tempo lo fai?

3) Ti piace quello che stai facendo? Beh ti deve piacere molto visto che lo fai da così tanto tempo…

-A questo punto, solitamente, accade l’esatto opposto. Ti elenca i motivi per cui è costretto a sopportare quel lavoro oppure condividerà con te la sua insoddisfazione.

-Adesso, individuati i suoi BISOGNI, li prospetti la tua SOLUZIONE.

4) Pensi che le cose possano cambiare nella tua situazione, o sei aperto anche a valutare altre opportunità?

Una volta preso il tuo bel SI, fatti lasciare il suo numero di telefono e fissa un appuntamento o invitalo ad un tuo evento.

ATTENZIONE: Non spiegare mai tutto nella chat. Primo, perché non è possibile spiegare un business in una chat ed è anche poco professionale. Secondo, perché dilungandoti nella spiegazione nel 99% dei casi non ti rispondono più o perdono interesse.

Conclusioni

 

Con i piccoli consigli che ti ho dato, vedrai un interessamento crescente delle persone per quello che stai facendo.

Non illuderti però che FB possa costituire una scorciatoia al lavoro sul “campo” che dovrai fare quotidianamente.

Ma se FB possiamo immaginarlo come un contenitore pieno di potenziali clienti o collaboratori, perché tu dovresti starne fuori?

 

Ci “rileggiamo” presto.

Renato

Fammi sapere se ti è stato utile questo articolo nei commenti e condividilo con i tuoi nuovi collaboratori.

PS… Rimani aggiornato sul Blog. Iscriviti alla Newsletter!

 

Network Marketing: 4 REGOLE da seguire per evitare i “pacchi”

Hai mai preso un “pacco”?

Se hai da poco cominciato un’attività in proprio di Network Marketing o la fai da un po’ di tempo ti sarai sicuramente imbattuto nei famosi “pacchi” o “2 di picche”.

2 di picche

In altre parole, quando inviti qualcuno ad una presentazione, un meeting, un colloquio e questo non si presenta.

Qui, in questo articolo voglio darti 4 REGOLE FONDAMENTALI da seguire per diminuire notevolmente la percentuale di “pacchi” quando inviti qualcuno ad un qualsiasi tipo di evento.

Ti dico tuttavia, che non è possibile avere sempre il 100% di persone che si presentano, ma dopo aver letto questo articolo potrai migliorare notevolmente la statistica secondo la quale il 50% di chi inviti solitamente non si presenta.

Ciò vuol dire che se ad meeting aziendale inviti 4 persone che sono interessate alla tua opportunità con molta probabilità ne vedrai arrivare 2.

Ti racconto la mia storia dei primi mesi.

Inizio attività. Stra contento ed entusiasta inizio a parlarne con tutti. Facebook, telefonate messaggi e chi più ne ha più ne metta.

Ricevo anche ottimi feedback del tipo:
“Guarda dani ci sarò sicuramente. Riservami un posto”.

O ancora:
“100% ci sono, ti do già conferma, anzi posso portare anche un mio amico che è interessato?”

E’ fatta ho pensato. Cavolo 5 chiamate e 5 si. Fantastico!

Avevo la presentazione aziendale il mercoledì sera alle ore 21.

Sono le 20.50 e aspetto con ansia.

20.55 niente.

21 peggio di niente.

Risultato –> 0 ospiti.

Allora li chiamo e fatalità di mercoledì puntualmente accadeva di tutto.

Quello che mi diceva che sua nonna era rimasta incinta e non poteva venire.

Quell’altro che si era tagliato un dito e stava correndo in ospedale.

Un’altra che mi aveva detto che il gatto si era suicidato e doveva fargli il funerale quella sera.

Insomma, tutto il mercoledì sera. E in maniera ricorrente ogni mercoledì una disgrazia.

Arrivato a questo punto mi ricordo che iniziavo a pensare “Cazzo, porto sfiga io allora.”

Ma andiamo avanti…

Per una decisione aziendale dovuta ad accordi con l’hotel, qualche mese più tardi il meeting di presentazione venne spostato al giovedì.

Io ovviamente felicissimo perché pensavo che finalmente non essendo più il mercoledì (sfigato), avrei ricevuto zero “pacchi” perché ora ERA GIOVEDI.

Secondo te è cambiato qualcosa?

Nada. Zero assoluto.

zero assoluto

Le nonne (povere nonne) continuavano a rimanere incinta pure di giovedì, le persone correvano in ospedale anche quel giorno e magicamente proprio il giovedì spuntavano mezz’ora prima del meeting appuntamenti o compleanni alla CDC (cazzo di cane).

Ero sempre più incazzato. Davo la colpa alle persone, o al giorno del meeting o al tempo. Insomma a tutti meno che a me.

IL PROBLEMA ERO IO. STOP.

Il problema sei TU. E prima te ne accorgi, prima inizierai a migliorare e avere risultati in questa industria meravigliosa.

Applicando queste 4 regole, che consiglio sempre ai ragazzi e ragazze del mio team, con il passare del tempo notai che i miei “pacchi” erano sempre meno. Non dico azzerati del tutto, ci sono e ci saranno sempre, ma diminuiti di molto.

4

 

Le 4 regole per evitare i “pacchi”

 

REGOLA NUMERO 1: Fai un buon INVITO

Una volta ero seduto ad un corso di formazione, ed un grande leader italiano di questa industria ha detto:

“Un buon invito è gia il 50% della chiusura.”

Questa regola si aggancia molto con la regola numero 2.

Ma perché questo. Semplice. Le persone arrivano all’evento PREPARATE.

Mi spiego meglio.

E’ vero che non si può spiegare tutto al cellulare, motivo per cui la chiamata è solitamente veloce, ma di certo non puoi immaginare di invitare qualcuno a bere uno spritz e poi questo si ritrova in un hotel ad una presentazione di lavoro.

Non posso illustrarti passo passo come fare un buon contatto ma ti prometto che farò un articolo dedicato solo a questo argomento.

Nel frattempo però voglio darti 3 linee guida veloci che devono essere un “must” quando fai una chiamata:

1) Di sempre che sei di fretta (eviterai di fare un meeting al telefono).

2) Gli americani direbbero “Show value”, ovvero mostra il valore di quello che stai propondendo.

3) Colleziona una decisione. Intendo di prendere o un SI o un NO. Evita il “ti faccio sapere”.

 

REGOLA NUMERO 2: “Impara a VENDERTI BENE.”

 

Non è un incitamento alla prostituzione. 🙂

Con il vendersi bene intendo che quando sei al telefono, anche se hai cominciato da poco, parla come se fossi un professionista e non un amatore. Dall’altra parte del telefono le persone sentono immediatamente se “hai le palle” o meno.

Specie in questo genere di attività i tuoi potenziali collaboratori vogliono sentirsi “sicuri” che tu li possa guidare durante l’attività.

Ma se tu per primo al telefono ti fai sentire come un chihuahua, ovvio che poi non vengono.

Rispondi a questa domanda: chi seguiresti in un qualsiasi progetto, una persona sicura di se o una insicura?

(Se hai cominciato da poco, il suggerimento che posso darti è quello di avere uno “script” di chiamata davanti a te quando chiami, in questo modo ti sentirai più sicuro).

 

REGOLA NUMERO 3: Alza l’asticella sulla Qualità dei contatti

 

Spesso pur di portare qualcuno, si commette il gravissimo errore di invitare “cani e porci”.

Faccio subito un esempio senza dilungarmi nella spiegazione:

Hai più possibilità che ti tiri pacco una persona che è in qualche modo seria o per lo meno professionale, o una che guarda “uomini e donne” dalla mattina alla sera e scrive su facebook stati depressi?

La risposta mi sembra ovvia. Con questo non voglio dire che ci sono persone di seria A o di serie B. Ma purtroppo ci sono quelle che hanno voglia di cambiare la loro situazione anche se sono in difficoltà, e persone che vorrebbero cambiare la loro situazione ma non fanno una “cippa”.

“Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi.”
A. Einstein

Alzare l’asticella ti consentirà di non perdere tempo ed energie, che invece potresti investire con persone più in TARGET.

Ricorda che tu l’opportunità la puoi dare cosi come la puoi togliere.

Se avessi la tua azienda, chi ci vorresti a lavorare dentro? Collaboratori poco seri o collaboratori professionali?

 

REGOLA NUMERO 4: CHIEDI SEMPRE CONFERMA

All’inizio facevo sempre l errore di chiamare qualcuno che mi dava conferma della sua presenza, però il meeting magari era la settimana successiva.

In tutto questo intervallo di tempo, una persona si può dimenticare o altro.

Dopo la prima telefonata impara a fissare un’altra chiamata di conferma il giorno prima dell’evento. In questo modo abbasserai la possibilità che non si presenti perché non l’aveva appuntato in agenda o non si ricordava l’orario ecc (tutte cose che mi sono sentito dire in diverse occasioni).

 

Conclusioni

Sii un buono sponsor ed insegna subito queste semplici regole ai tuoi nuovi collaboratori perché potrà fare la differenza tra avere risultati lenti o veloci in questo business. Se vuoi sapere le statistiche e i numeri del Network Marketing ti consiglio di leggere questo articolo.

Mi auguro che questo articolo ti sia stato utile.

Mettendo in pratica le semplici regole che hai letto prima noterai un cambiamento abissale nell’efficacia delle tue future chiamate e questo ovviamente si ripercuoterà positivamente nella QUALITA’ del tuo lavoro svolto e dei RISULTATI.

Del resto questo è un business non un hobby.

 

Ci vediamo nei prossimi post.

Buon lavoro

Renato

 

Ps iscriviti alla Newsletter per ricevere ogni settimana i nuovi articoli e contenuti extra comodamente nella tua mail.

Pps… Se l’articolo ti è piaciuto CONDIVIDILO con i tuoi amici o collaboratori e COMMENTA qui sotto con il “PACCO” più originale che hai ricevuto!! 😉

“Io non so vendere”. Sicuro?

Forse anche tu conosci qualcuno che almeno una volta ti ha detto “Io non so vendere”.

Quando ho cominciato la mia attività lo pensavo anche io. Mi nascondevo dietro questa scusa che mi paralizzava.

Probabilmente leggere questo articolo all’epoca mi avrebbe aiutato e non ti nego che mi sono divertito come un pazzo scrivendolo, perché quello che ti racconterò adesso fa parte della vita quotidiana, di tutti i giorni, e in particolare di quello che è capitato a me poco tempo fa.

SIAMO TUTTI (piccoli) VENDITORI.

Voglio fare una premessa sul mondo della VENDITA in Italia.

Dimmi la verità, quando senti nominare la parola “vendita” o “venditore” cosa ti balza subito in mente?

Nella maggior parte dei casi una sensazione poco positiva.

Sai perché?

In Italia c’è una concezione un po’ sbagliata. Si pensa sempre che il venditore sia quello che te la voglia mettere in quel posto, quello che ha la parlantina o che ti ferma la porta con il piede per venderti qualcosa. O ancora peggio quello che ti stressa dalla mattina alla sera per rifilarti i suoi prodotti, guadagnare e poi sparire.

Questo deriva in parte dalla nostra cultura passata e in parte da delle convinzioni errate.

Oggi la vendita in Italia, come in tutto il mondo, si sta specializzando sempre più fino a diventare una vera e propria professione altamente riconosciuta.

Una volta ho sentito dire:

Impara e vendere e sarai libero per sempre.

 

“Eh ma bisogna essere portati, io non so vendere, anzi non l’ho mai fatto.”

Convinzione sbagliata che avevo anche io. Non bisogna essere portati, bisogna aver voglia di imparare che è diverso.

In realtà potrà sembrarti assurdo, ma anche TU nel tuo piccolo ogni giorno VENDI qualcosa. Anche se non te ne accorgi.

Qui inizio a sorridere perché ti sto per raccontare un esempio pratico di quello che ti ho appena detto. 😉

Dopo un corso di formazione, io e altre 3 persone volevamo andare a mangiare qualcosa. A questo punto io chiedo: “Dove possiamo andare a mangiare una buona pizza?”

Subito, in quarta, uno dei miei colleghi: “Conosco io una pizzeria spettacolare qui vicino. E’ ottima.”

Qui scatta la mia domanda: “Perché?”. Occhio a quello che succede adesso. Parte la vendita.

Ecco le fasi:

FASE 1: Vendita

“E’ una pizzeria che c’è da molti anni nella zona, molto famosa e i proprietari sono napoletani. La pizza è la migliore che ci sia. Poi pensa, anche l’impasto e la pasta della pizza stessa sono tipici campani e i prodotti di ottima qualità.”

Dopo una presentazione cosi potevamo dire di no? Anzi ero ancora più affamato e soprattutto curioso.

Arriviamo, ci sediamo e finalmente ordiniamo. Io prendo un bufala e pomodorini e una birra media.

E qui arriva lo spettacolo vero e proprio.

FASE 2: Up-Selling

Cos’è l’UP-SELLING: consiste in un’offerta da fare al cliente che sia superiore alla sua idea di partenza. Un esempio molto comune? Al Mc Donald quanto ti chiedono: “Vuole anche la salsa?” o “Vuole le patatine con…?”

Torniamo a noi. “Oltre alla pizza, nell’attesa qui fanno dei mini panzerotti ripieni che sono la fine del mondo. Sono la specialità di questo posto.”

Ovviamente cosa abbiamo fatto? Presi anche quelli.

FASE 3: Chiusura

Morale della favola in soldoni?

4 persone a mangiare in quella pizzeria per un totale di 15€ a testa (pizza+birra+coperto) e altri 3€ a testa (up- selling con i panzerotti) = 72€ di fatturato di vendita realizzato.

Il proprietario ha fatturato e guadagnato, ma il mio amico ha VENDUTO.

Pensi che sia finita? Ancora no.

FASE 4: Customer care

In macchina al ritorno ha fatto (sempre inconsciamente) quella che viene chiamata CUSTOMER CARE ovvero, cura del cliente.

Vi è piaciuta la pizza? E i panzerotti?” “Vi siete trovati bene?”

Ora, immagino te ne sarai accorto, ma ho di proposito voluto enfatizzare al massimo quella situazione anche in chiave ironica.

Il messaggio è molto sottile però.

Che ti piaccia o no, ogni giorno parli. E se parli prima o poi qualcosa vendi. Solo che non la consideri una vendita come da immaginario comune per il semplice fatto che non sei pagato.

La cosa strana è che le persone preferiscono vendere senza guadagnare. Se ci guadagni per aver dato un buon consiglio (e quindi aver fatto magari una buona vendita) è un casino, ti senti quasi in difetto.

what?

 

Ho reagito anche io così tranquillo.

Conclusioni

Ora non voglio dirti che sei un venditore professionista e da domani puoi iniziare la tua mega carriera. La vendita è una cosa che va imparata, ma il messaggio è chiaro.

Con i nostri consigli di tutti i giorni muoviamo fatturati da capogiro. Vendiamo noi stessi, vendiamo idee, vendiamo consigli (“vai a magiare li”, “vai da quel meccanico perché”… ecc) insomma vendiamo e CI vendiamo tutti i giorni.

Non bisogna aver paura di questa parola, ma iniziare ad apprezzarla anche perché diventerà una delle professioni più richieste del futuro(la dice lunga il fatto che la maggior parte degli annunci di lavoro oggi offrano posizioni di vendita).

Prima di salutarci ti lascio con un “compito per casa”, così potrai testare se quello che ti ho raccontato è vero o meno.

Fin da subito.

Domanda al tuo migliore amico o amica un buon ristorante e poi chiedigli il PERCHE’.

Bene a questo punto non ti resta che ASCOLTARE quanto il tuo amico è bravo a VENDERE.

Renato

Ps…ti è piaciuto l’articolo? Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti e CONDIVIDILO con i tuoi amici!

 

 

La GESTIONE DELLE OBIEZIONI nel Network Marketing

In questo articolo voglio trattare un argomento VITALE se stai facendo un’attività di Network Marketing (NM), ovvero la GESTIONE DELLE OBIEZIONI.

Vedremo insieme alcune delle più importanti obiezioni, ma soprattutto, vedremo come superarle!

Perché è così importante saper gestire le obiezioni?

Perché sono la base per concludere qualsiasi trattativa, sia della vendita del tuo prodotto o servizio, sia nella fase di sponsorizzazione con un nuovo potenziale incaricato.

Ma prima ricorda questo:

Un professionista non gestisce le obiezioni, le anticipa.

Se non impari a gestirle, e a superarle, la tua attività di NM non decollerà mai.

Attenzione però! Io in questo articolo ti darò qualche spunto pratico su come gestire le obiezioni. Poi ovviamente tu troverai il tuo modo personale di farlo.

La cosa bella sai qual è?

Che una volta imparate a gestirle, sono SEMPRE QUELLE! 50 anni fa facevano le stesse obiezioni. Tra 50 anni le faranno ancora!

Prima di tutto, al termine di una presentazione devi imparare a fare questa domanda:

c’è qualcosa che ti impedisce di partire oggi stesso?

E via con le obiezioni….

NB. In minuscolo scriverò ciò che dico io, in maiuscolo le risposte del potenziale incaricato.

 

CI DEVO PENSARE

ci devo pensare

Il “ci devo pensare” non è altro che un recipiente di tutte le obiezioni che vediamo subito dopo. Come si apre questo “recipiente”?

Semplicemente rispondendo al “ci devo pensare” con “cosa intendi”? Oppure “a cosa devi pensare? visto che sono qui magari posso aiutarti”

E poi automaticamente ti dirà una delle obiezioni qui sotto!

NON HO SOLDI

non ho soldi

Ok Marco ti capisco, ma è solo questo il problema che ti impedisce di partire ora o c’è dell’altro? NO SOLO QUESTO

Mi sembri una persona in gamba, che ne dici se allora fissiamo subito un appuntamento dove vendiamo i prodotti o dove presentiamo il business (a seconda del business che fai ovviamente) dove guadagnamo fin da subito i soldi in modo tale che puoi partire? OK VA BENE

Dopo questo passaggio fissiamo subito l’appuntamento con lui. Entro le prima 72 ore! Non più tardi.

 

NON HO TEMPO

non ho tempo!

 

Ok Marco ti capisco, ma è solo questo il problema che ti impedisce di partire ora o c’è dell’altro? NO SOLO QUESTO

Guarda ti capisco perfettamente!

Ti faccio una domanda…immagina quanti più soldi puoi avere o quanto tempo libero in più potresti avere se la maggior parte del lavoro lo facessi io? Come ti fa sentire? BE MEGLIO….E’ CURIOSO…

Be vedi, questo è proprio il modo in cui funziona il nostro business, specie in una fase iniziale!

Il motivo per cui non hai tempo è perché non hai nessuna leva, tutti i soldi che tu oggi fai sono frutto del tuo sforzo! Giusto?

Invece quando ti iscrivi in questo business hai me, e tutte le persone che lavorano con me che ti supportano e che sono interessate al tuo successo e a farti guadagnare!

Come ti fa sentire questo? BENE DAVVERO! Ok allora benvenuto nel nostro team….inizia pure a compilare il modulo ecc ecc

 

MI SEMBRA UN SISTEMA PIRAMIDALE

sistema piramidale

Capisco come ti senti…all’inizio lo pensavo anche io! Ok cmq, se ti faccio vedere come oltrepassare un po’ questa tua convinzione con degli esempi molto semplici potrebbe farti sentire meglio? Tu cosa fai di bello? DIPENDENTE

(A questo punto gli disegniamo la piramide della sua azienda e poi “il sistema dei pallini” del NM, con la differenza di poter scavalcare in guadagno e in carriera chi ti sta sopra e poi…)

Vedi Marco, nel primo esempio tu non hai leve, tutto quello che guadagni lo devi sempre e solo ai tuoi sforzi!

Nel secondo esempio, come ti senti a guadagnare una % su ogni vendita o consumo effettuato da decine, centinaia o migliaia di persone? EH MOLTO BENE!

Quale pensi che ti possa dare più soldi ma anche tempo libero? BE LA SECONDA

Ti senti più sicuro ora? SI DECISAMENTE….

Abbiamo parlato anche di poter fare più soldi rispetto a quelli che guadagni già attualmente…come vuoi farla questa attività, lenta o veloce? VELOCE

Se lavoriamo insieme 1000/1500€ potrebbero essere interessanti come primo mese? SI

Per guadagnare ciò che tu mi hai appena detto sei disposto a seguire delle semplici istruzioni? SI

Ok Marco, allora benvenuto nel team!

(Fissiamo da subito un appuntamento per il colloquio di Inizio Attività!)

 

DEVO PARLARE CON MIA MOGLIE

devo parlare con mia moglie

C’è qualcosa che ti impedisce di partire stasera stessa? DEVO PARLARE CON MIA MOGLIE…

Ti capisco perfettamente….un detto americano dice “happy wife, happy life”! Ti è piaciuto comunque quello che hai visto? SI ASSOLUTAMENTE!

Se potessi decidere con la tua testa partiresti questa sera stessa? BEH SI.

Ok penso che la cosa più corretta visto che tu non hai ancora capito bene il tutto sia fissare subito un appuntamento con la tua compagna!

Sai io come te sono molto impegnato….quando sei libero?

(Dare doppia chance e fissare l’appuntamento!)

 

DEVO INFORMARMI

devo informarmi, gestione obiezioni

Ti capisco! Il discorso che vuoi fare delle ricerche è l’unica cosa che ti impedisce di partire subito? SI

Capisco, nessun problema…cos’è la cosa che nella tua mente vuoi ricercare o su cui vuoi informarti maggiormente?

Sai, perché vorrei direzionarti nella ricerca migliore!  VORREI RICERCARE DELLE INFO SUL NETWORK MARKTING…

Fantastico…allora ti mando poi io alcuni link sul network….perchè sai esiste da 60 anni e c’è gente che ha guadagnato molti soldi…e gente che non ne ha fatti e che quindi ne parla male…

Ok allora…io sono molto impegnato proprio come te immagino…quand’è il momento migliore in questi giorni dove possiamo parlare dopo che ti sarai informato? MARTEDI!

Ok ci vediamo martedi alle 15!

 

NON SO VENDERE

obiezione non so vendere!

Faccio una premessa su questa obiezione.

Dire alle persone che nel network marketing non devi vendere è una stronzata!

Siate sinceri con la persona che avete davanti. Le persone ti dicono che non sanno vendere perché non hanno idea di come si faccia. Ma possono imparare, se tu glielo insegni.

(ps…tra l’altro se pensi di non saper vendere dai una letta a questo articolo!)

Ritorniamo a noi…

Guarda ti capisco Marco. All’inizio avevo anche io questo scoglio nella mia testa. Poi però ho capito che nel network, prima di vendere, siamo dei consumatori soddisfatti (del prodotto o servizio della tua azienda).

Un consumatore soddisfatto cosa fa quando si trova bene con un prodotto/servizio? NE PARLA CON GLI ALTRI

Esatto Marco. Ed è li che avviene la vendita. Hai imparato a “vendere”!

La cosa bella è che io ti insegnerò non solo a consigliare questo prodotto/servizio, ma ti insegnerò anche come divertirti mentre lo fai e come creare dei clienti soddisfatti.

Sei disposto ad imparare e a seguirmi passo passo? SI !

Bene allora Benvenuto nel Team.

 

Conclusioni

Come ti ho detto all’inizio, questa è una traccia su come gestire le obiezioni. Prendi quello che ti serve, il resto buttalo via.

Crea un modello “su misura” per te.

Le persone che incontri lo sentono se sei costruito o spontaneo.

Come diventerai un MAESTRO nella gestione delle obiezioni? Quando l’avrai fatto 1000 volte!

Il segreto nel NM è sempre la PRATICAPRATICA e ancora….PRATICA!

(a proposito di pratica, impara cos’è il M.I.C. , un articolo che ha avuto un successo enorme dove ti spiega il segreto del successo nel NM!)

Mi auguro che questo articolo ti sia stato utile. Leggilo e rileggilo fino a quando avrai fatto tua la gestione delle obiezioni.

Imparate tutte, ed esperite con la pratica, le obiezioni saranno sempre quelle!

Se adesso sei “intimorito” dal ricevere obiezioni, ti assicuro che molto presto diventarà un divertimento perchè sarai diventato bravissimo a gestirle, ma soprattutto a superarle!

Buon Network Marketing

Le 5 Domande per AUMENTARE le ISCRIZIONI nel Network Marketing

Quante volte ti è capitato a fine evento (meeting ecc.) di aver parlato per ore e poi ti sei sentito dire “bene, molto interessante…ti faccio sapere!”.

Ho voluto scrivere questo articolo per darti delle informazioni PRATICHE di altissimo valore che aiuteranno te e la tua downline ad eliminare definitivamente il problema “chiusura” nel Network Marketing (NM).

La “chiusura” è uno dei problemi che affligge centinaia e centinania di networker alle prime armi e non.

Ci passano tutti prima o poi.

Anche io all’inizio di questa stupenda attività mi ricordo che alla fine di un meeting, mi sedevo con l’ospite e indovina un po’ cosa facevo?

Gli rifacevo un meeting di un’altra ora.

E che cosa mi rispondevano tutti puntualmente dopo aver esaurito tutta la saliva che avevo in bocca?

ok ti ringrazio….guarda ti faccio sapere!

Oppure…

bene dai… ci penso su e poi ci sentiamo!

Ora prova ad immaginarti tutta la mia frustrazione quando, dopo essere stato al meeting e aver passato un’altra ora a rispiegargli tutto, mi sentivo dire quelle frasi…

 

networker frustrati

 

Perchè accadeva questo?

Non avevo un “metodo” semplice e duplicabile che mi facesse arrivare alla chiusura. Stupidamente pensavo che più parlavo io e più potevo arrivare in maniera “easy” alla “chiusura” del mio ospite!

Errore dopo errore e “ci penso” dopo “ci penso”…sono riuscito a trovare una sequenza di domande che mi potessesero aiutare nella “chiusura” del mio potenziale prospect a fine evento.

Attenzione !!!: per chiusura intendo prendere un SI o un NO. Prendere “ci penso” o “ti faccio sapere” sono peggio che prendere 10 NO tutti in una volta.

Devi imparare a “collezionare decisioni” se vuoi avere successo in questo business…o un bel SI o un bel NO (o un appuntamento preso).

come aumentare le iscrizioni nel network marketing

Attenzione (2)!!!: queste domande funzionano e continuano a funzionare in maniera ottima per me. Non sono farina del mio sacco ovviamente! Il mio consiglio più grande è quello di DIVERTIRTI nel “testarle” da subito con i tuoi prossimi prospect.

Sei pronto?

Le 5 Domande che aumenteranno le tue iscrizioni

 

Domanda 1) (classica) Cosa ti è piaciuto di più di quello che hai visto?

Domanda 2) C’è qualcosa che ti impedisce di partire ora? Oppure… Hai ancora qualche dubbio prima di partire?

–>A questo punto gestisci l’obiezione! Se non sai come si gestiscono le obiezioni leggi immediatamente questo articolo su come gestire le obiezioni!

Domanda 3) Quanto ti piacerebbe guadagnare nei primi 30/90 giorni di attività?

Domanda 4) Quante ore sei disposto a dedicare a settimana per guadagnare quanto mi hai detto?

Domanda 5) Se ti faccio vedere come guadagnare quanto mi hai detto e dedicando le ore che tu mi hai detto che vuoi dedicare…partiresti subito?

Indovina cosa ti rispondono tutti alla fine? Il suono più bello che un networker vuole sentire e cioè…. “SI”.

Niente di più facile!

Mi auguro che ti sia stato utile questo articolo.

Ora però, non perdere tempo!

“Testa” subito queste 5 domande per migliorare la “chiusura” e inizia a far decollare la tua attività!

Ricorda (in inglese fa più figo 🙂 ):

 

You are one person away from an explosion in your business!

Ci “rileggiamo” nei prossimi articoli.

A prestissimo!

Renato

PS… Ti è stato utile l’articolo? Lascia un commento qui sotto e iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sul Blog!

PPS Condividi immediatamente questo articolo con i tuoi amici e collaboratori e aiutali a non ricevere più i soliti “ci penso” o “ti faccio sapere”

La FORMULA DEL SUCCESSO nel Network Marketing: il M.I.C. (il 97% dei networker non la conosce)

In questo articolo voglio condividere con te la formula del successo nel Network Marketing, il M.I.C.

ATTENZIONE: questo articolo non è adatto ai deboli di cuore!

Pronto?

Per quanto tempo sei andato in cerca del segreto per avere risultati nel NM?

Per quanto tempo sei andato in cerca, magari anche per mesi ai training della tua azienda, per sapere quella cosa che ancora non sai e che finalmente ti facesse uscire dalla mediocrità del 97% dei networker?

Ah perché non lo sapevi?

Il 97% dei networker non guadagnano (o guadagnano poco) con il network.

Solo il 3% riesce a vivere con il network.

E sai perché?

Perché loro conoscono la formula del successo. La conoscono, ma soprattutto la applicano ogni giorno.

Quando una persona inizia un’attività di NM, anche se nell’azienda c’è già un sistema collaudato e che funziona, con il passare del tempo pensa che sia sempre quello che ancora non sa che lo porterà al successo.

Spera che al prossimo training o al prossimo super evento daranno la formula magica che gli permetterà di arrivare al Diamante ancora più velocemente.

 

scorciatoia

Oppure aspetta sempre la novità, il prodotto nuovo o la news che darà la motivazione a lui e al suo team per caricarsi come dei cavalli e bruciare finalmente le tappe della carriera.

Ma in realtà nessuno te l’ha mai detta la VERA FORMULA DEL SUCCESSO, e nelle prossime righe io te la voglio svelare.

Ci ho messo qualche anno per scoprirla, collaudarla e applicarla.

Una volta applicata alla lettera, come te la spiegherò in questo articolo, il tuo business prenderà finalmente la piega giusta.

Tanti, troppi networker (che non conoscono il M.I.C.) passano mesi interi a “prepararsi”, frequentare training, leggere libri prima di iniziare davvero l’attività.

Si ammalano dell’unica malattia che il NM purtroppo crea…l’AUTOSUGGESTIONE.

Ma di questa ne parlerò in un altro articolo.

Io voglio risparmiarti tutta questa “fatica”.

Ora arriviamo finalmente al momento clou di questo post.

 

La Formula Del Successo Nel Network Marketing: il M.I.C.

 

Cos’è sto M.I.C. ti starai chiedendo a questo punto?

Non è altro che l’acronimo di 3 parole.

3 parole che separano il 97% dei networker mediocri da quel famoso 3% che se la passa bene.

3 parole che ti separano dal successo nella tua azienda di Network.

3 parole che ti permetteranno di uscire dalla mediocrità nella quale ti trovi adesso e ti daranno la possibilità di raggiungere “le stelle” nel tuo business.

 

Formula del successo 2

Ok, a questo punto starai pensando “Dani mi hai rotto le balle…mi vuoi dire sta formula?!”

Voglio darti la giusta suspanse.

Mi prometti una cosa prima?

Come sai una formula non serve a niente se rimane ferma li. Questa formula potrà cambiarti la vita solo se la applicherai.

Mi prometti che una volta letta e “fatta tua”, ti impegnerai ad applicarla ogni giorno indipendentemente dall’azienda di network o posizione di carriera che ricopri adesso?

………………………

………………………

Ok! Dopo questi 30 secondi di pausa dove io e te abbiamo fatto un compromesso, visto che mi hai detto di si alla promessa… 😉

…voglio finalmente svelarti LA FORMULA DEL SUCCESSO NEL NM: il….

M.I.C.

….che sta per….

MUOVI IL CULO!

Cosa??????

Si hai capito bene….

MUOVI IL CULO!

MUOVI IL CULO!

MUOVI IL CULO!

MUOVI IL CULO!

Move your ass

Devi MUOVERE QUEL DANNATISSIMO CULO se vuoi raggiungere quel 3%!

Dani, mi sento preso in giro, mi aspettavo una vera formula del successo!!

Si lo so. E’ quello che anche tu ora stai pensando.

Dimmi la verità, stavi godendo al solo pensiero che in questo post io ti scrivessi la formula del successo easy, che da domani senza fare niente, ti facesse guadagnare 10.000€ al mese nel Network?

Sai perché ti dico questo? Come sai questo Blog nasce solo da esperienze o cose che ho imparato io sul “campo”, nella vita di tutti i giorni.

Tornando a noi, te l’ho detto perché quando ho iniziato l’attività di NM, pensavo sempre che nel prossimo training o meeting mi dicessero la formula magica.

In realtà se frequenti i corsi di formazione ti accorgerai che dicono sempre le stesse cose…che tradotte in 3 parole alla fine si rifanno sempre al M.I.C.

Ovvero, caro amico o amica mia che stai leggendo questo articolo, se vuoi avere risultati in questa industria meravigliosa DEVI MUOVERE IL CULO (lo ripeto affichè diventi un mantra)!

Ancora una volta il tuo cervello ti ha fregato vero?

Ho strutturato l’articolo all’inizio proprio perché volevo che per l’ennesima volta tu (come me quando ho iniziato il Network) pensassi che davvero ci fosse una formula magica facile facile, che da domani ti facesse raggiungere il successo.

Formula del successo 1

Mettitela via. Non esiste.

Ora potrai sentirti scoraggiato.

Magari in questo momento ti senti come se io ho deluso le tue aspettative giusto?

Invece dovresti essere felicissimo. Al settimo cielo. E sai perché?

Perché finalmente sai che una dannata formula del successo non c’è.

Smettila di aspettare il momento giusto o vivere di aspettative…(proprio come stavi facendo quando hai cliccato per leggere questo articolo)…prima di passare all’AZIONE!

Se aspetti che tutte le condizioni siano perfette prima di agire, non agirai MAI.

Smettila di scaldare la sedia ai corsi di formazione della tua azienda, arrivando sempre da solo e senza collaboratori.

Smettila di arrivare al giorno del meeting aziendale senza aver parlato con nessuno della tua opportunità di business o del tuo prodotto.

E’ il momento di AGIRE.

Act now

Pensa quante cose meravigliose accadono quando agisci e hai la consapevolezza di arrivare a fine giornata stanco, ma fiero e soddisfatto di non aver buttato via altre 24 ore.

Ricorda…

Nel NM l’unico vero antidoto alla frustrazione da “non risultati”, da scarsa motivazione ecc….è solo l’AZIONE!

Quindi…ricapitolando…

Per concludere….

L’unica vera cosa da fare che ti separerà dalla “massa” di networker che non guadagna una “cippa” (o quasi) è…

Ripetiamolo insieme ad alta voce ORA…

MMMMUUUUOOOOVVVVVEEEEERRRREEEEEEE   IIIIILLLLL   CCCCCCUUUUULLLLLOOOOOOO!!

Spegni il pc, spegni FB…e fai AZIONE.

Buon Network Marketing

Renato

P.S…. Ti è piaciuto l’articolo? CONDIVIDILO con i tuoi amici e collaboratori del tuo team! Dagli una “scossa” con questo post!

Ps… Iscrivi alla Newsletter per non perdere i nuovi articoli e i contenuti extra.

 

La PAURA DEL GIUDIZIO altrui. Tu quanto ti fai influenzare?

La paura del giudizio altrui. Ci imprigiona e ci blocca. Ci impedisce di vivere la vita che vogliamo.

In questo post voglio darti qualche consiglio utile che in questi anni mi ha aiutato tantissimo a diventare “antiproiettile”😉

Te lo anticipo già. Questo sarà un articolo molto pungente. Se ti sentirai toccato personalmente, vuol dire che ti trovi nella situazione che andrò a descrivere. Se no, vuol dire che sei già ad un buon punto. Leggendo capirai.

Pronto?

Troppe volte in questi anni ho visto persone talentuose, con voglia di fare e di migliorare, fermarsi perché condizionati negativamente dalla paura del giudizio altri.

Se dovessi pensare a tutte quelle volte che le persone intorno mi giudicavano, o scoraggiavano ecc oggi non starei facendo quello che mi piace.

Non avrei viaggiato, conosciuto persone meravigliose e imparato così tanto.

Anzi, con molta probabilità starei facendo ciò che gli altri volevano che io facessi. Ovvero il “criceto”.

 

Ruota del criceto

Una vita normale, senza rischi, con 2 settimane di ferie all’anno, sempre la stessa cosa dal lunedì al venerdì.

Per poi essere felice del week-end e la domenica iniziare a lamentarmi del fatto che il giorno dopo sarebbe stato lunedì e cosi fino a 65 anni dove con molta probabilità mi sarei accorto (troppo tardi) di aver sprecato la mia vita, accettando la mediocrità che gli altri, o il “sistema”, avevano scelto per me.

Ognuno può pensarla come vuole, ma a me veniva il volta stomaco al solo fatto di immaginarmi una vita cosi magra.

Ma allora…

Perché le persone si fanno fermare dal giudizio altrui?

Be, in realtà la risposta è semplice. Non avendo autostima e controllo di sé, automaticamente si è in balia degli altri.

Noi siamo la media delle 5 persone che frequentiamo di più.

Questa l’avrai già sentita, ma il segreto è tutto qui.

Immaginiamo per qualche momento 2 realtà diverse:

Realtà 1

Tutti i giorni frequenti persone di bassa qualità. Vivono alla giornata e guardano telegiornali tutto il giorno. Desiderano una vita migliore, ma si lamentano in continuazione senza fare nulla per cambiarla, anzi incolpano il governo o la politica. Non appena ti trovi con loro per un caffè ti parlano di quello che è morto, o di quello che ha fatto l’incidente ecc.

 

Paura delle critiche

Vivono costantemente in uno stato di paura, pessimismo e lamentele. Non sono incoraggianti, anzi non appena proponi qualcosa di nuovo tendono a “schiaccarti” e dirti di lasciare perdere.

 

Realtà 2.

Frequenti persone positive. Persone che sono anche in difficoltà momentanea, ma si concentrano sempre sulla soluzione e mai sul problema.

Positive Team

Sono incoraggianti, se gli proponi qualcosa di nuovo non scartano subito l’idea, ma la analizzano e ti sostengono. Se vi trovate per un caffè, respiri un’aria positiva e un ambiente piacevole.

Ok, a questo punto ti faccio una domanda stupida.

Quale realtà è meglio secondo te?

Immagina di ritrovare dopo 1 anno, 2 persone che hanno vissuto nelle 2 realtà diverse. Quale credi possa avere una vita più appagante e felice?

Ti invito a riflettere molto a quello che sto per dirti. Fermati per 3 minuti a pensare alla gente che ADESSO stai frequentando.

Ti ritrovi più verso la Realtà 1 o la Realtà 2?

La bella notizia qual è? Che TU PUOI SCEGLIRE CHE PERSONE FARE ENTRARE NELLA TUA VITA.

Se ti ritrovi nella realtà 1 hai un problema. La tua crescita personale e professionale potrà seriamente essere compromessa. Sai di essere un’aquila, ma al momento sei circondato da polli. Inizia a selezionare chi ti circonda.

“Si dani, ma ho il mio compagno/a ad essere così, cosa faccio?”

Semplice. SCARICALO/A IMMEDIATAMENTE. Scherzo ovviamente anche se questo è quello che farei io al tuo posto. Abbiamo un solo giro di giostra. Perché passarla al fianco di qualcuno che non fa altro che tirarti giù?

Immagina di salire, gradino dopo gradino, una scala…però hai qualcuno che invece che aiutarti a salire, si aggrappa e ti trascina giù. Cosa fai, cerchi di liberartene o cadi giù con lui?

“Si vive una sola volta. Ma se te la giochi bene, una è abbastanza.”

Se ti trovi nella realtà 2, ti faccio i miei COMPLIMENTI. Vuol dire che hai scelto di vivere una vita migliore. Continua a frequentare ambienti positivi e circondati di persone incoraggianti. Se continui a persistere arriverai dove ti sei prefissato.

 

I veri amici sono coloro che tirano fuori il meglio di te.

 

La soluzione.

Se al momento ti trovi nella realtà 1 e non sai come uscirne unasoluzione per NON farti influenzare c’è!

Molti evitano di puntare in alto o accettano una carriera qualsiasi per paura delle critiche che riceverebbero da amici e parenti che potrebbero dire stronzate del tipo:

“Mai cambiare la strada vecchia per quella nuova.”

“Non pretendere troppo, accontentati.”

 

SOLUZIONE NUMERO 1:

 

Il punto di INIZIO è la CHIAREZZA DI INTENTI.

Uno studio ha rivelato che se fermi per strada 100 persone e gli chiedi che cosa vogliono dalla vita o il loro scopo, il 98% non saprà rispondere.

Solo avendo un desiderio ardente alla realizzazione del tuo sogno sarai antiproiettile al giudizio altrui.

Non hai scampo. O decidi cosa vuoi dalla vita in maniera chiara e cristallina, o sarai per sempre alla mercé degli altri.

i have a dream

Inizia già da subito a scegliere chi vuoi essere. Non rinchiuderti nel ruolo o nella posizione che oggi ricopri.

Come si fa a capire chi voglio diventare?

Rispondi a queste 5 domande scrivendo la riposta su un foglio:

  1.  Cosa faresti se non avessi paura?
  2.  Cosa faresti se i soldi non fossero piu un problema?
  3.  Cosa faresti se fossi sicuro di non poter fallire?
  4.  Quale lavoro saresti disposto a fare anche gratis?
  5.  Qual è la persona che stimi e ammiri di più al mondo?

Rileggi con calma le riposte che hai dato, anche se non hai riposto subito. Quando capirai chi vuoi diventare e cosa vuoi ottenere sarai INARRESTABILE.

SOLUZIONE NUMERO 2:

L’abbiamo già vista prima: “eliminare” le persone e tutte le cose negative che ci circondano.

Il prima possibile.

Pensa ad Edison. Durante lo sviluppo delle sue invenzioni tutti gli davano del pazzo, ma lui ascoltava solo la sua mente.

O a Ford quando lo prendevano in giro per quelle macchine grezze e poco pratiche…ha riempito tutto il mondo con quelle macchine.

I FALLITI hanno un tratto in comune che li contraddistingue: conoscono tutti i trucchi per non avere successo e dicono una serie di scuse per giustificare l’incapacità di realizzarsi.

Inizia subito a “selezionare” la qualità delle persone che vuoi intorno a te, perché loro determineranno in maniera importante anche la tua di qualità.

O vuoi fare la fine dello gnu in questo video? Guardalo subito.

Conclusioni

Ci saranno SEMPRE persone che non apprezzeranno ciò che fai e ti criticheranno anche in modo pesante.

Essendo abituato a rimanere troppo nel tuo piccolo o a non far valere la tua idea, potresti essere turbato inizialmente da tutta questa attenzione negativa che attiri nei tuoi confronti.

E’ uno scoglio che devi imparare a superare con i piccoli consigli che ti ho dato in questo articolo.

Se fai le cose in grande, avrai sempre un’opposizione. Più importante sarà ciò che fai, più troverai persone che ti contrasteranno.

Se non hai nessuno contro, significa che non stai facendo nulla di grande.

 

Quindi concentrati nel migliorare ciò che stai facendo o portando avanti oggi e ascolta le critiche dei “polli” che ti circondano in maniera positiva, sfruttandole per aggiustare sempre di più “il tiro”.

Non smettere mai di essere ciò che sei.

Ti saluto con un celebre verso della Divina Commedia di Dante:

“Non ragioniam di lor, ma guarda e passa”

A presto.

Renato

Ti è piaciuto l’articolo? Dimmi cosa ne pensi nei commenti qui sotto e condividilo con le persone a te più vicine. Gli farai un enorme favore.

Ps… Iscrivi alla Newsletter per non perdere i nuovi articoli e i contenuti extra.

 

 

I 10 ERRORI da evitare nel Network Marketing (se non vuoi fallire)

Oggi voglio condividere con te 10 errori che devi assolutamente evitare nella tua attività di Network Marketing (NM).

Pronto?

ERRORE 1 – Non sapere quello che vuoi

Perché hai iniziato questa attività?

Perché magari vuoi guadagnare di più o perché vuoi diventare ricco o ancora perché vuoi una vita migliore. Purtroppo questi sono perché troppo generici.

Quando ti metti in macchina, attivi il GPS e non metti una destinazione generica giusto? Ne imposti una precisa, completa di città, via e numero civico.

La stessa cosa vale quando definisci i tuoi obiettivi nel NM.

Errore 1: obiettivi

Forse rispondere a questa domanda potrà aiutarti:

“Se tempo e soldi non fossero per te un problema, che cosa ti divertiresti a fare da domani?”

Questa domanda si è rivelata molto utile per definire i miei obiettivi quando ho cominciato a lavorare in questa industria.

ERRORE 2 – Non sapere in che azienda sei

Esempio:

Mc Donald: forse penserai che la maggior parte dei soldi li fa con la vendita dei panini, invece la maggior parte dei suoi introiti derivano dalla compravendita di immobili;

Concessionaria d’auto: magari pensi che fanno soldi con la vendita delle auto…in parte è cosi, ma una buona fetta dei proventi deriva dalla continua riparazione e manutenzione delle auto;

Questo per farti capire che chi inizia solitamente pensa che farà i soldi nel NM grazie al prodotto o grazie al piano marketing. Ma anche in questo caso, come negli esempi precedenti, non è mai ciò che pensiamo a fare la differenza specie in questa industria.

La maggior parte dei soldi che farai nella tua azienda di NM deriveràda come tu saprai trattare e comunicare con le persone –> PERSONALITA’ ATTRATTIVA.

Magnetic Personality (Se sei iscritto alla mia Newsletter sai già come sviluppare una personalità attrattiva grazie all’ultimo contenuto extra che ti ho inviato!)

ERRORE 3 – Non sapere come “funziona” il nostro cervello

 

La maggior parte della gente sa meglio come funziona il proprio cellulare che non il proprio cervello.

Il 95% delle persone vivono in uno stato di “addormentamento mentale”.

Ovvero che nella maggior parte del tempo queste non sanno cosa stanno facendo. Lo fanno in automatico, schiavi della routine.

Errore 3Cosa vuol dire in sintesi questo schema?

Se vuoi avere risultati diversi devi cambiare il tuo modo di pensare oggi.

Credenze positive creano un atteggiamento mentale (pro)positivo, questo atteggimento (pro)positivo verrà tramutato in un’azione efficace e questa azione efficace ti farà avere un risultato altrettanto efficace e positivo.

Questo risultato positivo andrà ad accrescere le tue credenze(AUTOSTIMA) e cosi via…

Prendere la responsabilità di sapere come funziona il tuo cervello ti darà un vantaggio competitivo enorme rispetto alla “massa” che invece crede nella fortuna o nella sfiga, o ancor peggio al caso.

ERRORE 4 – Non avere un mentore

 

E’ vitale per avere successo nel NM. Chi è un mentore? E’ una persona che sta avendo risultati nella tua stessa attività e che ammiri e sa ispirarti.

 

Errore 4

 

Il maestro ti dice COSA fare, il mentore ti insegna COME fare.

ERRORE 5 – Basare il tuo presente sul passato

 

Errore 5

 

Ci hanno sempre insegnato a vivere nel passato, che il passato è importante. E’ importante per imparare da ciò che è stato, ma come si dice:

“se continui a guardare lo specchio retrovisore, prima o poi ti schianti”

Ricorda: il vecchio vive nel passato, il giovane nel futuro e poi c’è il saggio che vive nel PRESENTE.

Hai mai visto questo video tratto da “Kung fu panda”?

Come credi possa essere il futuro delle persone che basano le loro scelte future su esperienze del passato (magari anche negative) ?

Ovviamente uguale al passato. Il loro futuro diventa lo specchio del passato.

Assicurati di lasciare il passato nel passato, e di imparare da esso.

Devi imparare a vivere nel presente.

Ogni giorno hai l’opportunità di poter ricominciare da zero. Il presente è l’unica cosa sulla quale tu puoi avere “controllo”.

 

ERRORE 6 – Non avere un sistema

 

Credi davvero che Mc Donald abbia i migliori panini del mondo o Starbucks il miglior caffè del mondo? Ovviamente NO. Ma cosa li rende dei colossi?

Un sistema infallibile “chiavi in mano” semplice e duplicabile in ogni paese del mondo.

 

Errore 6

Nella tua attività di NM devi assolutamente affidarti al sistema già esistente, senza cercare di reinventarti la ruota.

 

ERRORE 7 – Non saper sviluppare una Leadership

Nel NM inizi a fare molti soldi solo quando inizi a lavorare su te stesso e sulla tua leadership. Cos’è la leadership?

'Leadereship

La capacità di influenzare gli altri. Più aumenterà la tua capacità di influenzare e guidare le persone del tuo team al successo, più di conseguenza aumenterà il tuo di successo.

 

ERRORE 8 – Non saper contattare in maniera efficace

 

Su questo argomento a breve creerò un articolo ad hoc. Ma in generale devi sapere con chi ti stai andando a relazionare e a chi stai proponendo il tuo prodotto o la tua attività.

Non puoi contattare un imprenditore nello stesso modo in cui contatti uno studente o un disoccupato. Ognuno ha le sue “leve”.

practice makes perfect

 

Come le capisci?

Facendo domande. Smettila di fare SPAM quando contatti qualcuno e impara ad ascoltare chi hai davanti.

Nella maggior parte dei casi sono le persone stesse a dirti quali sono i loro problemi…e tu hai la soluzione.

 

ERRORE 9 – Non avere “un’intelligenza emozionale”

 

Questo è un business che ti porterà ad aver momenti di “down” e momenti di “up”.

Come del resto, qualsiasi cosa nella vita. Un po’ come essere sulle montagne russe!

Chi ha il controllo dei propri pensieri (vedi errore 3) e delle sue emozioni ha il controllo dei RISULTATI perché sono una conseguenza di azioni corrette ed efficaci.

E’ questa la chiave.

Errore 9

 

Quando stai facendo una presentazione il tuo livello emozionale è alto. Quando ti prendi dei NO, il tuo livello emozionale è basso.

E’ proprio in quel momento che devi avere il controllo delle tue emozioni e non essere invece, come fanno tutti, in balia degli eventi.

Il principiante agisce in base alle circostanze,

il professionista nonostante queste, agisce.

ERRORE 10 – Non essere una persona:

 

-Ambiziosa: non solo ambizione di soldi , ma anche l’ambizione di diventare una persona migliore.

Una volta ad un milionario di questa industria gli avevano chiesto come si sentisse ad aver fatto il suo primo milione di dollari.

La sua risposta fu che non era tanto per il milione di dollari, ma per la persona che era diventato guadagnando il suo primo milione.

Come puoi aumentare la tua crescita personale? Libri ed eventi di formazione della tua azienda.

 

-Insegnabile: la maggior parte delle persone vuole avere grandi risultati nel NM, ma non vuole ascoltare i consigli del proprio sponsor o della propria upline di riferimento.

Se vuoi avere successo in questa industria non potrai sempre fare ciò che ti piace.

Con il passare del tempo ti accorgerai che le cose che funzionano di più saranno proprio quelle che all’inizio si riveleranno più “scomode” per te.

Vuoi fare quello che ti piace e guadagnare zero, oppure fare quello che (all’inizio) non ti piace ma che ti fa guadagnare 1000?

Ogni cosa nuova, che facciamo per la prima volta, inizialmente può sembrare scomoda, ma con la pratica e la ripetizione diventerà sempre più facile e sarai in grado di insegnarla ai tuoi futuri collaboratori.

Pensaci per un attimo…perché devi fare di testa tua, quando hai già la strada spianata da altri?

 

-Aperta al cambiamento: se c’è una costante nella vita è il cambiamento.

Il fatto che stai leggendo questo articolo ed hai iniziato un’attività di NM è di per se già un piccolo, ma importante, cambiamento.

Perché un gran numero di persone sono insoddisfatte oggi della loro vita?

Semplice, non prendono la decisione di cambiare…rimangono intrappolate in vecchi schemi metali, imprigionate dalle loro stesse paure e muoiono con il rimpianto più comune.

catena-al-piede.

Ovvero, quello di non aver avuto il coraggio di aver osato di più, per vivere una vita degna di essere chiamata tale.

osare

A presto

Renato

Ps….condividi questo articolo con i tuoi amici e collaboratori in modo da aiutarli a non commettere questi errori.

Pps…iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi articoli.

Effetti benefici della cannabis sativa

Il CBD non è solo il secondo cannabinoide più abbondante presente nella Cannabis sativa. I ricercatori stanno scoprendo che il cannabidiolo è anche molto efficace nelle terapie per trattare diversi problemi di salute fisica e mentale.

CBD è l’acronimo di cannabidiolo, un cannabinoide messo in secondo piano dalla sua controparte psicoattiva, il THC. Di recente, scienziati e consumatori stanno riconoscendo gli innumerevoli benefici del CBD per la nostra salute sia fisica che mentale. Qui di seguito vi riportiamo i 10 principali benefici del CBD, interessanti proprietà terapeutiche che potrebbero lasciarvi senza parole.

  1. IL CBD TAMPONA GLI EFFETTI DEL THC
    Il CBD è un cannabinoide non psicoattivo, ovvero non provoca il cosiddetto “high” associato alla Cannabis. Come molti consumatori di marijuana sapranno già, il THC tende a provocare diversi effetti psicotropi quando viene consumato e può generare attimi di ansia, paranoia e panico quando assunto in quantità elevate. Tuttavia, il CBD ha la capacità di contrastare i sintomi di ansia indotti dal THC, generando effetti sedativi che riducono alcune conseguenze negative di questo cannabinoide psicoattivo, come tremori e battito cardiaco accelerato. CBD e THC sono più efficaci quando agiscono insieme, rispetto a quando vengono assunti separatamente nelle loro forme isolate. Questo principio è anche conosciuto come “Effetto Entourage”.
  2. RIDUCE DOLORI ED INFIAMMAZIONI
    Se dovessimo elencare tutti i benefici del CBD per la nostra salute non ci basterebbero le pagine di una grande enciclopedia. In questo articolo ci limiteremo a dirvi che molti consumatori usano questo cannabinoide per alleviare dolori ed infiammazioni.
    Sebbene si siano fatti passi da gigante nella ricerca sul cannabidiolo, la comunità medica internazionale non ha ancora riconosciuto ed accettato fino in fondo le proprietà terapeutiche dei cannabinoidi. Secondo uno studio pubblicato nel 2012 sulla rivista Journal of Experimental Medicine, il CBD ha la capacità di sopprimere il dolore cronico infiammatorio nei roditori. Secondo diverse testimonianze rilasciate dai consumatori di Cannabis terapeutica, gli integratori alimentari a base di CBD sono molto efficaci nel ridurre i sintomi infiammatori associati al dolore cronico.
    I cannabinoidi, come il CBD, possono ridurre il dolore grazie alla loro azione sul sistema endocannabinoide presente nell’organismo umano. I cannabinoidi si legano ai nostri recettori e stimolano risposte in diverse zone del corpo, favorendo diversi meccanismi neurologici benefici. Alcune prove di laboratorio hanno confermato come il CBD agisca sul recettore CB1, generando effetti analgesici.
  3. DOC E DPTS
    Il CBD ha dimostrato negli ultimi anni di mitigare i sintomi associati a due forme d’ansia: il Disturbo Post Traumatico da Stress (DPTS) e il Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC). Secondo diverse ricerche, il DPTS è generato da una carenza di anandamide nel sistema endocannabinoide umano. Esiste quindi una stretta relazione tra cannabinoidi e sintomi legati ai disturbi d’ansia, come l’ansia sociale. I pazienti affetti da DOC possono alleviare e curare le compulsioni mentali e fisiche grazie all’assunzione di varietà di Cannabis ad alto contenuto di CBD e basso di THC.
  4. ANTIPSICOTICO
    Oltre ad alleviare i disturbi d’ansia, il CBD agisce anche come antipsicotico. Alcune prove scientifiche suggeriscono che il cannabidiolo potrebbe aiutare a trattare la schizofrenia ed altri problemi di salute mentale, come il disturbo bipolare. Sebbene il THC in sé non sia in grado di generare malattie mentali, può simulare sintomi psicotici acuti in alcune persone. Ciò dimostra quanto sia importante l’azione del CBD quando si assumono alte concentrazioni di THC. Sebbene il THC abbia proprietà benefiche per la nostra salute, la sua efficacia terapeutica viene notevolmente ampliata dalla presenza di CBD, che riduce la possibile insorgenza di effetti collaterali legati agli effetti psicotropi del cannabinoide psicoattivo.
  5. ANTIEMETICO
    Una delle peggiori sensazioni che si possono provare è la nausea, che può spesso degenerare in vomito. Niente paura, gli oli di CBD possono facilmente ridurre questo disturbo, trattando efficacemente i sintomi di rigetto. Gli oli di CBD sono facilmente digeribili, non contengono componenti chimici e non sprigionano i sapori sgradevoli dei normali farmaci antiemetici, ricchi di antiacidi e bismuto.
    Uno studio pubblicato nel 2012 sulla rivista British Journal of Pharmacology, conferma che il CBD ha efficaci proprietà antiemetiche sui ratti. Inoltre, quanto assunto insieme al THC, il CBD riduce ancora meglio la nausea, dato che THC e CBD possono ridurre la sensazione di nausea sia separatamente che insieme.
  6. ANTICONVULSIVANTE
    Di recente sono stati riportati diversi documenti sulle proprietà anticonvulsivanti del CBD. Secondo i dati raccolti, questo cannabinoide sarebbe molto efficace nelle terapie per trattare alcune forme di epilessia infantile, tra cui la Sindrome di Dravet. Seppure limitati a diverse testimonianze aneddotiche, i progressi fatti in questo campo sembrano alquanto promettenti. Le varietà di marijuana ad alto contenuto di CBD e basso di THC sembrerebbero molto efficaci per ridurre le convulsioni.
    Charlotte Figi, una bambina di sei anni affetta da una forma debilitante di epilessia, era costretta ad affrontare ripetute crisi, circa 1200 al giorno. I suoi genitori erano disperati e non sapendo più come alleviare i suoi problemi, provarono il cannabidiolo. I risultati? Oggi, le crisi epilettiche sono scese a tre al mese. Potrebbe quasi sembrare un miracolo, ma le storie sull’efficacia del CBD contro l’epilessia sono una realtà sempre più frequente!
  7. ACNE
    Provate a dare un’occhiata al reparto di prodotti per la cura della pelle e vi accorgerete che tra le pomate ed unguenti naturali ce ne saranno molti contenenti canapa industriale. La canapa ed il CBD contengono diversi componenti antinfiammatori molto benefici che contribuiscono ad inibire la sintesi dei lipidi. Il CBD, infatti, agisce sulle ghiandole sebacee umane, producendo una “triplice” azione anti-acne sulle cellule cutanee. Il cannabidiolo ha la capacità di sopprimere in modo naturale la proliferazione delle cellule.
  8. ENERGIZZANTE
    Sebbene il CBD sia noto per i suoi effetti calmanti, offre anche proprietà energizzanti capaci di rigenerare le energie e ripristinare le forze. Ciò è dovuto alla capacità del cannabidiolo di rafforzare le cellule del corpo umano, contribuendo alla loro corretta rigenerazione. Inoltre, il CBD è anche un ottimo antiossidante che promuove il senso di veglia non inibito dalla presenza di radicali liberi. Secondo uno studio pubblicato nel 2008, il cannabidiolo ha potenti proprietà antiossidanti, addirittura superiori a quelle della vitamina C e E.
  9. ANTITUMORALE/ANTICANCEROGENO
    Uno dei campi di ricerca più interessanti ed incoraggianti sul CBD riguardano l’efficacia del CBD nella riduzione dei tumori e nell’inibizione della proliferazione delle cellule tumorali. I cannabinoidi si legano ai recettori del nostro sistema endocannabinoide per ostacolare la formazione di metastasi tumorali, inibendo la possibile crescita del tumore e limitando la migrazione delle cellule tumorali nell’organismo.
    Le potenziali applicazioni della Cannabis per i malati di cancro sono ormai conosciute e scientificamente provate. Inoltre, i cannabinoidi hanno anche la capacità di alleviare gli effetti collaterali della chemioterapia, diminuendo dolori e vomito ed inducendo piacevoli sensazioni di euforia.
  10. LEGALE: NON RICHIEDE UNA RICETTA MEDICA
    Le prescrizioni mediche possono essere difficili da ottenere, a prescindere dal farmaco richiesto. Tuttavia, il CBD è legale in quasi tutta Europa e può essere acquistato sotto forma di olio di CBD, pomate per uso topico e altro ancora. Invece di mettervi in coda nella vostra farmacia, ordinate online i vostri prodotti. Gli oli di CBD sono molto facili da assumere e da dosare. Assicuratevi solo di acquistare prodotti correttamente purificati e privi di sostanze chimiche. Gli oli di CBD vengono estratti dai fiori di canapa senza l’uso di solventi, attraverso accurati processi che eliminano le impurità vegetali, gli additivi e qualsiasi altro agente contaminante.
    Oltre a questi 10 benefici del CBD, esistono molte altre proprietà studiate con interesse dai ricercatori, al fine di comprendere fino in fondo le proprietà terapeutiche del cannabidiolo e di tutti gli altri cannabinoidi.

Per ulteriori informazioni puoi consultare anche questo link

Fonte: https://www.zambeza.it

Chiunque può imparare a fare milioni.

Ma non tutti hanno la stoffa del milionario…

Hai davvero ciò che serve per diventare un Milionario?

Se rispondi sinceramente “Sì” a queste 5 domande, hai tutte le carte in regola:
    1. Ti piace profondamente fare soldi? Vedere i tuoi risparmi crescere? Sì – No
    2. Vuoi vivere economicamente meglio già da ora, prima di andare in pensione? Sì – No
    3. Sei una persona positiva, che direbbe “Posso farcela” e non “Perché provarci, tanto non funzionerà”? Sì – No
    4. Mentre continui a lavorare sull’azienda o professione che hai scelto, dedichi il tuo tempo libero a guadagnare soldi, e porti avanti quelle attività secondarie per aumentare i tuoi guadagni? Sì – No
    5. Vuoi prima provare e poi impegnarti, perché preferisci giudicare e decidere da solo? Sì – No
Se rispondi “Sì” a queste cinque domande, molto bene. Questa sarà una lettera di grande importanza: è così, potrebbe cambiarti la vita. Caro Lettore: ci sono due requisiti di base per ogni milionario artefice della propria fortuna. Penso che tu ne abbia già uno. Il primo requisito è il giusto atteggiamento. Se ce l’hai, sei già a buon punto. E se hai risposto “Sì” alle 5 domande, è molto probabile che tu ce l’abbia. Il secondo requisito è la conoscenza. Io posso fornirtela. In realtà, non sono io a fornirtela, bensì un gruppo di milionari artefici della propria fortuna. Impara da chi è stato davvero artefice della propria fortuna. Sarai guidato nel tuo percorso da quelli che hanno già fatto soldi mettendo in pratica principi di accumulo di capitali. Non sono teorici, non sono fantomatici indovini con il conto in banca in rosso. E nemmeno i furbetti del diventa-ricco- subito. Questi individui fanno parte di un ristretto circolo di milionari – amici, consulenti, educatori – che praticano ciò che predicano. Ognuno ha la propria area di esperienza. Ognuno ha una propria tecnica. Li ho raggruppati per la prima volta più di 10 anni fa, poi, ho pensato: perché non lavorare insieme per trasmettere questo patrimonio di conoscenze con altri individui che abbiano il desiderio e l’intraprendenza di costruire la propria fortuna? Individui come te. Forse. P.S.: Richiedi il nostro Report Gratuito! Può cambiarti la vita.